logo-rete.jpg

 

Palermo, arrestate 5 persone per riscossione illecita di trattamenti previdenziali

Codici Sicilia plaude all'azione dell'Arma dei Carabinieri.

Codici Sicilia esprime un plauso ai Carabinieri di Palermo, che in questi ultimi giorni hanno scoperto ed interrotto la riscossione illecita di assegni intestati a beneficiari di trattamenti previdenziali attraverso documenti falsi. L'operazione chiamata “Identità nascoste” ha permesso di riscontrare che ad intascare le somme erano persone diverse da quelle a cui realmente spettavano. Il danno all'Inps accertato ammonta a circa due milioni di euro. Dietro questa truffa c'era un sistema sofisticato creato attraverso la falsificazione di documenti: gli indagati si impossessavano delle comunicazioni di emissioni di bonifici indirizzate dall'Inps ai legittimi titolari, dei quali ottenevano poi le generalità complete e se ne servivano per incassare il titolo presso gli uffici postali o le banche. Il numero delle persone arrestate è di cinque, di cui tre donne e due uomini, uno di questi risulta essere già detenuto. I reati contestati vanno dalla truffa aggravata, all'indebita percezione ai danni dello Stato e al falso. Codici Sicilia è particolarmente sensibile a questo tipo di problemi che incidono molto nelle sfere sociali e che colpiscono sempre i più bisognosi e i più deboli. E' necessario quindi sostenere le azioni degli inquirenti in tali compiti, al fine duplice di scoraggiare tentativi di emulazione e di difendere i più bisognosi di aiuto che ingiustamente vengono privati di risorse economiche su cui spesso basano il loro sostentamento.

Occorre essere registrati per poter commentare