logo-rete.jpg

 

Taranto, trasporti: la regione appoggia la possibile apertura dell’aeroporto di Grottaglie ai voli civili

 

Codici: appoggiamo la proposta, anche Taranto ha diritto di decollare  per dare un’opportunità alla crescita economica e turistica del territorio

Sono giorni che si parla della possibile apertura dell’aeroporto di Grottaglie , in provincia di Taranto. Tante discussioni, pareri favorevoli e contrari, gente che quotidianamente si impegna per vincere questa battaglia. Una battaglia che potrebbe dare a Taranto un futuro diverso sia dal punto di vista economico che turistico. L’attivazione di voli per Roma e Milano sarebbe d’aiuto per studenti e lavoratori che con difficoltà riescono a raggiungere la città e le zone limitrofe, per la scarsità di altri tipi di trasporti. Circa dieci ore per raggiungere Milano in treno , senza considerare i ritardi o gli scioperi, altrettanto per i lunghi viaggi in autobus. Stessa situazione per Roma: linee ferroviarie e corriere dirette sono state soppresse, a volte anche per lunghi periodi. Si tratta di servizi che vengono a mancare, malgrado i costi non siano così economici: per raggiungere Roma e Milano in autobus si spende dai 75 € circa ai 90 €.

Ma, ovviamente, l’apertura di questo aeroporto darebbe la possibilità a Taranto, alla Basilicata e alla Calabria, di azionare collegamenti con destinazioni europee che faciliterebbero la crescita del turismo; in quanto non tutti riescono per i più svariati motivi,  tra cui la distanza,  a raggiungere l’aeroporto di Brindisi o ancor di più quello di Bari.

In Regione, si è giunti all’approvazione unanime del rilancio dell’aeroporto con l’obiettivo di attivarsi affinché la società Aeroporti di Puglia, sin ora ostile, rispetti la convenzione con Enac «per cogliere le proposte avanzate dalla Provincia e da operatori privati» e destini le risorse ricevute per un fine utile all’economia turistica e commerciale di Taranto e zone limitrofe, oltre che Basilicata e Calabria.

Codici appoggia questa proposta in quanto rappresenta un ‘opportunità per il decollo della città e per tutti i cittadini che potranno averne un vantaggio personale , economico e magari lavorativo.

Occorre essere registrati per poter commentare

Commenti   

giovanni Lacava
# giovanni Lacava 2012-08-23 15:46
sentiamo sempre le stesse cose.E' stato detto tutto non c'è più nente da aggiungere se non il fatto che il dott.Sebastio deve dare seguito alle domande poste dagli avvocati Albisinni e Raffo circa l'operato di Aeroporti Puglia,e dell'enac controllore "distratto".Forse è giunto il momento che il sig.dott.on.prof.Riggio passi la mano.Comunque dai precedenti presidenti di provincia e dai precedenti presidenti di camera di commercio ci aspettiamo una spiegazione per ciò che non hanno fatto,in qualità di soci di ex SEAP.
Sappiamo di operazioni da parte di privati in essere su Taranto ,ma è probabile che se sono soggetti ricattabili tutto svanirà.Strano che Riva,socio di Alitalia non riescsa a portare a Taranto qualche volo,specialmente per Milano dove quotidianamente manda e riceve ospiti.Ma noi abbiamo puglia bus che sollecita i cittadini ad usare il bus per Brindisi.Se non lo facesse,il presidente rischia di essere defenestrato dal "capo".Taranto.....che vergogna.
mimmo
# mimmo 2012-08-23 09:49
Aeroporti di Puglia deve attenersi alla convenzione, ma l'ENAC ha il dovere di farla rispettare