5xmille (1).png

Roma, Codici: occhio alla truffa della strisciata sulla fiancata

Viadotto della Magliana, Viale Guglielmo Marconi, Tor di Quinto, Via di Boccea, Corso Italia le zone maggiormente battute dai truffatori.
Sono stati arrestati in mattinata per aver messo in scena una variazione della cosiddetta truffa dello specchietto, quella che il Codici, già qualche mese fa, aveva definito la truffa della fiancata strisciata per la quale numerosi automobilisti romani erano stati raggirati.


Secondo le segnalazioni pervenute alla nostra associazione, la dinamica del finto incidente è la seguente: l’automobilista sorpassa un’auto che va a rilento, sente un rumore sordo come di un sasso che colpisce la vettura, dopodiché è costretto a fermarsi perché l’altro automobilista, con gesti, lampeggiando i fari o suonando il clacson, lo intima  a farlo.
Una volta fermi, il truffatore dice di essere stato colpito dall’altro in fase di sorpasso. Di fatti le auto risultano strisciate. A questo punto inizia la “trattativa” economica in quanto di compilare il modulo CID il truffatore proprio non ha alcuna intenzione. In molti casi questi afferma, infatti, che ha fretta perché ha un ammalato in auto da accompagnare in ospedale - un complice, ovviamente e ad essere sfruttati in questo “gioco” possono essere anche bambini di 8/10 anni – e che preferirebbe essere risarcito in contanti. Se il truffato dice di non avere liquidi con sé, è anche disposto ad accompagnarlo al più vicino Bancomat per un prelievo.
In genere questi soggetti si mostrano, infatti, gentili, mai agitati o nervosi, non assalgono l’altro  verbalmente che pure, stando alle loro parole, avrebbe procurato un danno alla loro auto.
Come venga prodotta la strisciata sulla vettura dell’automobilista truffato e da cosa sia prodotto il rumore sono elementi ancora da chiarire, spetta alle Forze dell’Ordine farlo.
Probabilmente il rumore è creato da una pallina da tennis lanciata contro l’auto o dal truffatore  che con la mano colpisce la portiera. La strisciata, invece, è prodotta o con carta vetrata o con un punteruolo, durante il sorpasso o in sosta, approfittando di un momento di distrazione dell’automobilista. Le zone fino ad ora maggiormente battute da questi truffatori sono: Viadotto della Magliana, Viale Marconi, Tor di Quinto, Via di Boccea, Corso Italia ma potrebbero capitare ovunque. “Occhi aperti, quindi, automobilisti – commenta Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici-   i truffatori potrebbero essere di entrambi i sessi, italiani come stranieri. Se avete sentore di essere incappati in una truffa, vi consigliamo di prendere la targa dell’altra auto, di non scendere dalla vostra e, se proprio dovete, di insistere con la compilazione del CID. Questa tipologia di truffa può accadere in qualsiasi ora e in qualsiasi luogo ma, per ovvi motivi, i truffatori agiscono prettamente di sera e in luoghi isolati”.
Visto che si possono rischiare anche rapine o aggressioni, il CODICI raccomanda la massima prudenza e, se avete dubbi, di allertare le Forze dell’Ordine.

Occorre essere registrati per poter commentare

Commenti   

Rodolfo Reda
# Rodolfo Reda 2017-09-02 18:06
Gianluca
# Gianluca 2017-07-14 07:36
Ieri sera, incredibilmente, ho subito un altro tentativo di truffa. Erano le 19:30 circa e stavo percorrendo il G.R.A. in carreggiata esterna, direzione FI. Al momento di superare una Ford grigia che procedeva a rilento, ho sentito un rumore sulla fiancata dx della mia autovettura. Subito dopo solito copione, con i truffatori che suonano, lampeggiano, poi si affiancano e mi domandano se non mi sia accorto di aver colpito la loro auto; questa volta erano in tre e al 99% quello alla guida era lo stesso del tentativo di truffa raccontato nel mio commento del 20 maggio u.s.. Probabilmente anche lui deve avermi riconosciuto e infatti, alla mia domanda di accostare, è ripartito a tutta velocità uscendo all'uscita numero 12 "Centrale del latte".
Per fortuna, almeno, questa volta anziché una pietra o un bullone devono avermi tirato qualcosa di più morbido, poiché non ho riscontrato segni né ammaccature sulla fiancata della mia auto.
L'autovettura dei truffatori era una FORD di colore grigio metallizzato, targata DF 902 KW.
harma felicia
# harma felicia 2017-06-26 00:50
Mio marito ha abbandonato me e i ragazzi per gli ultimi 8 mesi e rifiuta di tornare perché è stato trattenuto da una donna che ha appena incontrato, per questo, il mio io e i bambini sono stati sofferenti ed è stato tallone Di una lotta, ma decido di fare tutti i mezzi per assicurarmi che la mia famiglia si riuniscano mentre usava, poi sono andato in linea ho visto tanti buoni discorsi su questo coclea che ha la posta elettronica DRLELESPELLTEMPLE@OUTLOOK.COM così ho avuto Per contattarlo e in soli 4 giorni come ha promesso, mio ​​marito è tornato a casa e il suo comportamento è tornato all'uomo con cui mi sono sposato. Non riesco a ringraziare abbastanza l'incantesimo che cosa ha fatto per me, sono così grato. Ho anche parlato con l'incantesimo per il telefono, per confermare la sua esistenza. La sua posta elettronica di nuovo è: DRLELESPELLTEMPLE@OUTLOOK.COM o whatsapp lui +2348151729226 sito web: http: //drlelespelltemple.bravesites.com
Gianluca
# Gianluca 2017-05-20 10:05
Segnalo di essere stato vittima di un analogo tentativo di truffa nella serata di ieri, 19 maggio 2017. Alle ore 21:00 circa, mentre percorrevo il G.R.A. dopo aver imboccato l'uscita "Flaminia", ero preceduto da un'Alfa Romeo di colore scuro, una grossa berlina a 5 porte (non sono riuscito ad individuare bene il modello, credo fosse una 156), che occupava la corsia di sinistra e parte di quella destra. Ad un certo punto scartava sulla destra e io, al momento di sorpassarla, vedevo chiaramente aprirsi il finestrino lato conducente dell'Alfa e subito dopo udivo un colpo sordo alla mia fiancata destra. Immediatamente dopo l'Alfa si reimmetteva sulla corsia di sinistra e, lampeggiando, mi affiancava. A quel punto, dopo aver abbassato il finestrino, venivo insultato dal guidatore dell'Alfa, un giovane sui 25-30 anni, con marcato accento romano, che si trovava in compagnia di altro giovane verosimilmente coetaneo.
Lo invitavo a fermarsi ma lui, dopo aver rapidamente parlato col suo compare, ripartiva a tutta velocità sul G.R.A. in direzione Ospedale S. Andrea spegnendo le luci dell'autovettura.
Purtroppo, sia per la differenza di potenza tra la sua autovettura e la mia, sia per il buio, non ho potuto prendere per intero la targa. Sono quasi sicuro, però, del seguente parziale: CE 503. Questa mattina, controllando la mia macchina, ho constatato che purtroppo, poco al di sotto dello specchietto lato destro, è presente un bozzetto nella carrozzeria con graffio e asportazione della vernice...quindi immagino che il truffatore mi abbia lanciato un sasso o comunque qualcosa di scheggiato o appuntito.
A chi eventualmente dovesse incontrare i due ceffi in questione, oltre all'invito a prestare la massima attenzione e a non cadere nel tranello, chiedo di segnare il numero completo della targa e fornirlo qui tra i commenti al post.
Grazie e buona giornata a tutti!
maurizio De Salvatore
# maurizio De Salvatore 2017-05-01 08:13
Anch'io sabato 29 aprile 2017 avevo appena lavata l'auto e mi stavo dirigendo a casa su via del tintoretto al'altezza dello svincolo per via del serafico sento sulla mia macchina un rumore sordo ma non mi sono resoconto di cosa era successo, mi si affianca un'auto guidata da una ragazza snella moro con i capelli lunghi e di fianco a lei c'era un ragazzo dalla carnagione olivastra dicendomi che l'avevo urtata, io quel momento sono rimasto un po stranito mi sembrava impossibile e gli dissi che non l'avevo vista per niente, poi mi disse che potevo almeno chiedergli scusa e che lei era incinta e che si era spaventata poi mi fa cenno di accostare per compilare il cid una volta scesi dalle rispettive auto la ragazza dice che l'avevo urtata e mi fa vedere la strisciata sul parafango destro anteriore della mia auto (come se sapesse subito dov'era) e in effetti la strisciata c'era veramente, dopo entra nella mia auto e mi invita a entrare in macchina pure a me e mi dice che forse e meglio se la questione la risolviamo fra noi senza fare nessuna denuncia e mi dice che lei e' incinta e l'assicurazione in caso di compilazione del cid mi farebbe schizzare l'assicurazione alle stelle, poi ancora mi dice quanto potevo sborsare per chiuderla li, al quel punto gli dico che non avevo contanti con me allora gli dissi vieni dietro di me andiamo al bancomat, una volta arrivati al bancomat mi dice di dargli almeno 150,00 euro prelevo 120.00 euro a posto di 150 ma lei si arrabbia dicendo che la stavo prendendo in giro e che le stava scendendo il sangue da sotto e che in totale ne voleva 200,00 prelevo scocciato altri 80 euro ma ancora non gli bastavano a questo punto io mi sono arrabbiato e con voce alta gli dico di darmi tutti i soldi indietro e lei si rifiuta di restituirmeli a questo punto accetta dicendo di chiamarsi vanessa e che il ragazzo presentato come suo marito facesse il carrozziere e aveva una carrozzeria ad aprilia, sono andati via subito, in tutto questo siccome avevo pure fretta di tornare a casa non ho pensato di prendere il numero di targa, comunque la macchina era una fiat stilo wagon di colore blu scuro con il paraurti rovinato sulla parte sinistra posteriore, dopo ripensandoci ben bene e rivalutando tutto quello che mi era successo mi sono accorto di essere stato truffato.
uberto schiavi
# uberto schiavi 2017-04-26 11:49
oggi 26.04.17 ho fotografato l'auto e relativa targa del truffatore che ha tentato di raggirarmi al posteggio Leonardo da Vinci Fiumicino . Una Twingo targata CV658CE . Non ho fatto in tempo a fotografare lui che è scappato come una lepre.
Marco Rossi
# Marco Rossi 2016-07-21 13:54
Ieri sera ho subito questa truffa all'altezza dell'ospedale Pertini. L'auto è una Golf bianca, una degli ultimi modelli. Il modus operandi è quello descritto: quest'auto mi stava inseguendo da un pezzo, con il tipo alla guida che cercava di infastidirmi. Capito che cercava rogne ho rallentato facendolo passare, poi però una volta entrati su via dei monti tiburtini questo all'improvviso rientra sulla corsia di destra facendo in modo che io lo superassi; quando sono arrivato in prossimità delle sua auto ho sentito un rumore provenire dal lato destro. Mi hanno lampeggiato ed intimato di fermarmi, solita tecnica: accostatomi mi vedo arrivare il tipo vicino lo specchietto destro, lo tocca e mi dice che si era smontato e che me lo ha rimesso a posto: invece lo ha graffiato con qualche cosa facendomi notare la striscia. Solito schema: niente vigili, niente cid, alla mia richiesta di coinvolgere le assicurazioni abbassa notevolmente la somma di risarcimento. Si è tenuto lontano da telecamere a circuito chiuso. Mi ha detto di chiamarsi Simone, di essere orfano e di vivere nel rietino; è un tipo tra i 25 ed i 30, alto circa 1.70, magro, carnagione olivastra, con tatuaggi sul braccio destro (probabilmente anche altrove). Il complice non è sceso dall'auto, aveva gli occhiali, magro, con capelli a spazzola. Non ne sono sicuro, ma le prime lettere della targa sono EW. L'auto è una di quelle turbo a benzina.
antonio lombardi
# antonio lombardi 2015-09-26 23:14
Ancora stasera il truffatore di viale marconi ha tentato ma questa volta ha fallito.
Al semafono di ponte Marconi dopo aver lanciato una pietra sulla mia fiancata dx, di avvicinava nel traffico questo motociclista sorridente, impaurito che chiedeva se mi fossi impaurito visto che lo avevo colpito nella parte bassa della sua moto. E lui ha avuto tanta paura e si è preoccupato. Poi mi dice che è bene fermarsi più avanti per constatate i danni. A quel punto, mentre il semaforo è rosso, gli dico che l'ho riconosciuto e che è il truffatore della strisciata e cheandrò a denunciarlo non appena presa la sua targa. Lui ostenta sicurezza e diventa minaccioso, intimandomi di accostare più avanti a dx proprio sul ponte marconi per dargli i miei dati. Capendo che una volta spuntato il verde questi si sarebbe dileguato, sono sceso dall'auto per prendere il numero di targa e lui è scappato di filata.
Ho preso comunque quasi tutta la sua targa e lì c'è una telecamera della polizia che certamente ha registrato il tentativo di furto, così riusciremo a toglierci di torno questo truffatore.
And Cami
# And Cami 2015-03-15 18:51
Attenzione in zona monti tiburtini ospedale Sandro Pertini sta circolando una Alfa Romeo 156 grigio metallizzata chiara cinque porte, con a bordo tre persone alla guida ragazzo con barba (presumo siano gli stessi che girano anche con la Toyota Aygo grigio scura), hanno tentato di fare la solita truffa, ma me ne sono accorto poi che' rallentava la marcia davanti a me inspiegabilmente, ma sapendo come funzionano queste truffe, io non lo superato, dopo di che a svoltato subito sulla tangenziale est direzione salaria!
Andrea Fazi
# Andrea Fazi 2015-01-31 14:06
E' allucinante sono quasi due anni che operano questi truffatori con questa Toyota Aygo grigio scura nelle zone Tiburtina, San lorenzo, e limitrofe, c'e' pure chi ha preso la targa DC814YM e ancora non sono stati fermati e tratti in arresto, dalla Polizia o Carabinieri e' assurdo!
Sil
# Sil 2015-01-29 10:43
Martedì 27 gennaio 2015, ore 10:20 circa, a Via dello scalo di San Lorenzo civico 36 34, all'altezza dei cassonetti dove si era fermata la macchina (Toyota Ago grigia: ho ricostruito questa informazione non l'ho verificata sul posto, l'ho riconosciuta visionando le macchine su internet), direzione A4, prima del semaforo pedonale al civico 64, sono incappata in questa probabile truffa ho accettato la richiesta di 200 euro. Ci siamo fermati in uno slargo subito dopo il civico 76 dove si apre una stradina privata a SAMBUCO MARMI.[url https://www.google.it/maps/@41.896311,12.519013,3a,72.6y,95.16h,88.86t/data=!3m4!1e1!3m2!1saGhpyGJvYrX0_EH-pp28eQ!2e0 Erano due, modi gentilissimi e rassicuranti uno più basso e tarchiato che è sceso dalla macchina occhialetti a giorno barba non rasata berretto di lana a righe aderente, abbigliamento salopette e maglione, l'atro curato è rimasto seduto in macchina lato passeggero sembrava comunque longilineo e alto. la dinamica è quella pubblicata nell'articolo, il carrozziere però di Passo Corese. Sinceramente ci sono cascata in pieno, li per li quando ho controllato la strisciata sulla mia macchina ho pensato alla carta vetrata poi vedendo la macchina grigia come la polvere che avevo in mano mi è sembrato verisimile. I dubbi sono venuti quando ho cercato su internet e ho trovato descritto nei dettagli ciò che mi era successo. Gentilissimi rassicuranti, anche un po' spaventato l'uomo con gli occhiali, che come nella versione riportata da molti si è prima affacciato sul lato opposto al guidatore come a valutare il danno, infondeva tenerezza, dichiarava inizialmente di non volere nulla in qualche modo se la sarebbe cavata lavorava in un centro auto, il sollievo provato per non avere trovato gente aggressiva e l'empatia suscitata mi hanno portato a cedere volentieri e a essere contenta di riparare velocemente, ero stanchissima dalle 6 di mattina ero in giro e influenzata non vedevo l'ora di tornare a casa e fortunosamente avevo anche i liquidi che non ho mai dietro. La mia macchina è grande quindi dal colpo che ho sentito dello specchietto non riuscivo a valutare se avevo procurato danni a me e all'altra macchina quindi sono scesa...Insomma ancora ho dei dubbi se non avessi letto questo blog non avrei pensato di non essere stata truffata.
Lie
# Lie 2014-09-02 19:40
E' successo anche a me, una sera di luglio, a Viale Marconi. Solito copione: rumore improvviso ed ingiustificato dal comportamento alla guida, richiesta di fermarsi, accusa di aver strisciato e danneggiato la vettura (un'auto talmente malmessa che qualsiasi strisciata ne avrebbe migliorato l'apparenza) e successiva richiesta di una somma in contanti per evitare complicazioni e perdite di tempo. I tizi erano due, di etnia ROM e marcato accento campano. Non ho sborsato un centesimo, i malfattori si sono dileguati quando ho mostrato la ferma intenzione di chiamare le forze dell'ordine per verbalizzare l'accaduto, Ma mi sono ritrovato con l'auto gravemente danneggiata, pare con la carta vetrata. Il mio consiglio è di non fermarsi assolutamente, e precipitarsi - se proprio volete essere corretti - alla piu' vicina stazione dei carabinieri, invitando questi signori a seguirvi. Se vi fermate, questi figuri - fingendo di voler constatare i danni - vi danneggeranno l'auto ancor prima che siate scesi dalla vostra auto (solitamente danneggiano la fiancata destra, quella che il guidatore non può controllare perfettamente).... Viva l'Italia multietnica e tollerante. amdiamo avanti così. Ma quello che mi manda davvero in bestia è pensare ai tanti soldi che come contribuente butto quotidianamente per mantenere questa (ed altra) gentaglia nell'assoluta assenza delle Forze dell'ordine e della cosiddetta Legge, troppo impegnate a difendere i diritti dei malfattori, dimenticando quelli (ben più importanti) della gente onesta.
stefano
# stefano 2014-08-15 09:16
E' successo anche a me in zona prati fiscali; tre tizi (due uomini ed una donna) che viaggiano su una Nissan Micra blu del 2001, 5 sportelli, targata BX 890 ZM; mi affiancano dopo che ho sentito un colpo sulla fiancata e mi spillano 200 euri. Il tizio alla guida aveva 70 anni ed era privo degli incisivi superiori. A fianco a lui c'era un tizio sui 35-40 anni, tarchiato, occhiali, tatuaggio sull'avambraccio. Dietro una donna che dicevano essere incinta. Purtroppo mi sono accorto solo quando gli ho dato i soldi che ero stato vittima di una truffa; ma abbastanza in tempo per fare una foto alla macchina e consegnare il tutto al commissariato "San Basilio" con una bella denuncia per truffa.
Alessandra
# Alessandra 2014-07-19 23:20
E' successo anche a me questa sera, (zona Marconi)al semaforo di via Oderisi da Gubbio all'incrocio con via Grimaldi intorno alle 23.40. Ho sentito come una forte sassata sulla fiancata del guidatore che mi ha spaventato. Ho pensato: chi si diverte a tirare sassi? Poi ho visto una macchina abbastanza fatiscente al mio fianco guidata da uno straniero con un bambino al fianco che mi faceva segno di accostare. Io sapevo di non aver toccato quella macchina. Memore di alcuni articoli letti, ho capito che si trattava di una truffa. A quel punto ho continuato per la mia strada ma la macchina mi seguiva e continuava a farmi segno di fermarmi. Io ho pensato anche di recarmi dalla Polizia, ma prima ho accelerato. A quel punto la suddetta macchina mi ha lasciato perdere ed è entrata in un piazzetta per fare manovra e andarsene. Dico a tutti: attenzione a non farsi abbindolare, quando questi tipi vedono che la preda non ci casca, allora ti lasciano stare e vanno alla ricerca di qualche altra vittima. Occhio!!! Se è il caso, chiamate le Forze dell'Ordine, ma il consiglio in questi casi è di seminarli il prima possibile.
barolo
# barolo 2014-07-05 07:06
Signori ecco un altro pollo. L'Auto colpisce ancora. Ieri
Percorrendo la tiburtina altezza bivio di San Basilio, superando un aygo scura, sento un botto allucinante. Cosa strana che non mi sembra di aver urtato niente. Conosco le dimensioni della mia macchina. Mi segue lampeggiando finché non mi accosto. Uomo sulla 42-45 anni, gentilissimo, robusto,occhiali e barba incolta. Era in macchina con un ragazzino. Dice di essere di velletri, venditore di auto. Insomma, mi fermo dicendo cosa è stato quel botto, e lui mi docè mi hai urtato lo specchietto e ti sei fatta la fiancata. Possibile? Vado a vedere, fiancata strisciata.... Ma come ho fatto. Mi puzzava però il modo. Strisciata come con carta vetrata. Vado a vedere la sua, praticamente con fiancata con graffi vecchi anche incompatibili con la mia... Fatto sta, che il botto c'e stato, i graffi li avevo, la colpa è la mia. Dice se mi dai 200 euro me ne vado... Colto dalla paura di fare ciò per un graffietto, scocciatura con l'assicurazione, gli tirò prezzo a 100. Ovviamente non avendo il denaro con me, mi dice ti acccompagno io ad uno sportello. E mi ha portato dell'agenzia 46 di Casal dei pazzi della BNL. Fatto sta che il dubbio anche di pensare questo di velletri che sa bene gli sportelli di Roma mi assale ma non mi ferma. Morale della favola, fregato e mazziato. Lo riconoscerei tra mille, ma la targa niente. Spero possa servire la mia testimonianza, anche se non a lieto fine.
SIMONE
# SIMONE 2014-06-26 15:00
Cari tutti,

io ho subito lo stesso raggiro in due distinte occasioni, e per fortuna la prima volta mi è servita di lezione per la seconda. In entrambi i casi la zona era quella a ridosso di Ponte Marconi. Nel primo caso un ragazzo con una Peugeot (stranamente in visita alla nonna a bordo di un veicolo non suo) sosteneva che gli avessi rigato la fiancata. Nel secondo caso si trattava di un altro ragazzo ipoteticamente padre di famiglia (portava anche con sè un bambino di non più di 5 anni sul sedile posteriore, più moglie lato passeggero), a Roma per caso in quanto sedicente originario di Latina, mi ha inseguito asserendo che gli avessi rigato lo specchietto. Vi consiglio di:
- scendere dalla macchina chiudendola a chiave (non fatelo avvicinare al veicolo per spiare eventuali borse od altro nell'abitacolo);
- mantenere la massima calma in ogni caso (truffa o non truffa lo prescrive il codice della strada);
- fare caso alle condizioni della vettura (in genere si tratta di veicoi in pessime condizioni generali);
- annotare il numero di targa;
- evitare di mostrare portafogli o cellulari (date loro motivi per insistere a chiedere risarcimenti);
- nascondere se potete il CID (dareste loro le vostre generalità!);
- richiedere loro la stesura di un verbale da parte dei vigili (se è una truffa non avete nulla da temere, e loro tutto da perdere; in caso contrario non avrete comunque infranto alcuna legge).
Tenete presente che per mia esperienza personale, di fronte a persone scarsamente destabilizzate dalla situazione, il truffatore di turno ha già perso metà della confusione che gli fa comodo per spillarvi soldi. Se poi ci aggiungete la vostra richiesta di un intervento delle autorità, va da sè che il malandrino di turno molla la presa ( ve ne accorgerete nel momento in cui le sue richieste economiche diventano assai più miti: a me hanno chiesto 600 euro prima per arrivare a 30 poi!). Sarebbe bene, nel caso voleste andare fino in fondo, sporgere comunque denuncia. Ultima cosa: non date mai un soldo a questi furbetti. Non è già sufficiente lo spavento, il fastidio e il danno che loro hanno arrecato a voi? Grazie per l'attenzione
claudio
# claudio 2014-05-08 09:18
Anch'io sono stato vittima della TRUFFA della Strisciata il giorno 7 maggio 2014 a Meta' di Via Colli Portuensi RM ORE 00,15 CIRCA ,ho sentito un piccolo urto su fine fiancata DX e dopo poco una SMART NERA con a Bordo un Ragazzo sui 25 Anni che mi Lampeggiava e suonava ,fino a che mi ha costretto ad accostarmi per verificare il danno alla SMART che aveva una piccola striscia BIANCA sopra il Parafango SX ha un altezza diversa dalla mia AUTO Fiat Multipla piu' Alta rispetto alla SMART minacciava prima di chiamare i Vigili,poi il Cid,e infine mi ha riferito di pagare la BOMBOLETTA SPRAY per il Ritocco Fai da te,non avevo piu' di 20 Euro e ho dovuto darle quelli per finire la storia che si stava Animando !!! Stamattina controllando la mia Auto ho notato che ha una strisciata nera su lato DX tipo fatta con un materiale in Gomma!!! e con questo, lancio un messaggio "ATTENZIONE A META' COLLI PORTUENSI SMART NERA CON RAGAZZO SUI 25 ANNI che dice di averlo preso .........................
Antonio
# Antonio 2014-04-29 07:38
Salve a tutti anche a me è successo lo stesso purtroppo,ero in via Ostiense un po' più avanti della prefettura,mi supera una macchina a gran velocità e si accosta più avanti,passandola sento un gran frastuono un rumore davvero forte tanto che mi metto le mani alle orecchie.Chiedendomi cosa poteva essere vado avanti,improvvisamente la macchina Fiat Punto nera scura mi si affianca e il conducende mi intima di fermarmi.Fermatomi questo mi dice:(testuali parole)Ma che sei scemo,man dò vai,non lo vedi che me sò fermato e che me sei venuto addosso, ho pure nà ragazzina che stà a piagne a bordo ecc.Allora ignaro e spaventato per la reazione(visto che la macchina era pure a noleggio) di questo tizio,che continua a minacciarmi dicendomi che non vuole venire alle mani,mi fa vedere la striatura bianca sulla fiancata proprio sopra la ruota posteriore sinistra e mi dice che lui è un carrozziere che lavora a Latina di nome Stefano e che in macchina ha una bambina.Continua a ripetere: che aveva fretta e che non può fare il Cid, così tira fuori la storia dell'accordo.Inizialmente io gli dico che non ho soldi e gli ripeto di voler fare il Cid,ma lui repete che non ha tempo.Poi gli dico guarda posso darti 50 euro,ma lui mi guarda storto dicento: Ma che me stai a pià per culo.Lo ripete tipo quattro o sei volte continuandomi a minacciare di venire alle mani.Così alla fine riesco ad arrivare a 100 euro caso strano poi lui mi ha fatto fermare proprio ad un bancomat, così ecco che gli prelevo il denaro e glielo dò.Ecco morale della storia mi ha solato 100 euro ma ne voleva di più tipo 600 o 800 euro.State attenti perchè il tipo è pericoloso,quindi chiudetevi in macchina se vedete che è una Fiat Punto 4 porte scura molto malandata e se il soggetto è instabile , chiamate subito la polizia e denunciate il fatto.La descrizione del tipo è: cappelletto,pizzetto,camicia bianca,tatuaggio sul braccio,abbastanza alto e brillantino all'orecchio,occhiali scuri accento romano.Spero che questa mia esperienza servi a tante persone.
mario
# mario 2014-03-08 15:50
Zona Viale Libia. Auto parcheggiata in seconda fila con un uomo in piedi vicino allo sportello. Passo ad una certa distanza ma lo specchietto si piega. Al primo semaforo sono raggiunto dall'uomo alla guida dell'auto prima ferma, tipo BMW blu mal ridotta, con a fianco una signora di una certa età. Mi si accosta e, non potendoci fermare all'incrocio, abbassato il finestrino, mi dice che gli ho sbattuto sulla mano che effettivamente è graffiata ma si capisce non di recente. Dice che sono scappato e che appena possibile devo fermarmi. Il verde mi aiuta e sollecitato dalle altre auto parto e ne perdo le tracce. Non era italiano, carnagione olivastra, quasi certamente rom.
Fabio
# Fabio 2014-03-02 20:16
Ragazzi vi confermo che in zona Tiburtina/San Lorenzo e limitrofi si aggira una Toyota Aygo di colore grigio scuro tre porte, con a bordo due uomini e a volte anche una donna. Uno più giovane senza occhiali l'altro più grande con gli occhiali, la targa è DC814YM . O sono già fermi in doppia fila oppure una volta che vi hanno scelto come vittime, iniziano a marciare molto lentamente davanti a voi, si accostano e quando li sorpassate fanno un rumore sulla vostra carrozzeria. Il brutto è che vi lasciano anche una strisciata bianca sulla carrozzeria non so in che modo, forse quando scendono e vi chiedono di visionare i danni. E' importante che sporgiate denuncia a polizia o carabinieri se subite una truffa o un tentativo di truffa da questi personaggi già molto noti alle forze dell'ordine.
Carlo
# Carlo 2014-02-23 23:22
la notte tra giovedì e venerdì scorsi, quindi tra il 20 e il 21 febbraio 2014, alle ore 1.20 circa, anche io ho subito una truffa del genere. Stavo percorrendo la via tiburtina in direzione fuori Roma, quando all'altezza della rotatoria di Setteville, mi sono affiancato ad una piccola utilitaria di colore nero, che dopo poco accellera e prende strada. Insospettito poco più avanti la sorpasso e, proprio mentre sto sorpassando sento un rumore sul lato destro della mia auto, come fossi stato colpito da un sasso. Una volta sorpassata l'auto, inizia a lampeggiarmi e a suonare il clacson. Così dopo circa un chilometro, alla'ltezza del benzinaio Agip, altezza "pista d'oro" mi accosto e l'altra auto si ferma davanti a me. Ho notato anche una Smart Blu ferma dietro di me, così da temere che mi volessero rubare l'auto, così ho sfilato la chiave e me la sono messa in tasca. Dalla piccola utilitaria nera che, anche grazie alle testimonianze che ho letto sopra, di Simone e Federico, ricordo bene essere una Toyota Aygo, (non scrivo la targa perchè non sono sicuro, e non vorrei mettere qualcuno nei guai, ma adesso, sempre grazie alle vostre testimonianze, credo di saperla per intero), con a bordo due uomini, scende un tizio sui 40 anni, robusato, capelli corti neri, barba incolta, occhiale da vista, che si definisce cardiopatico, mi dice di averlo toccato in fase di sorpasso, e mi fa notare una strisciata sul suo parafango anteriore sx e una sulla mia parte dx. Non so come abbiano fatto a farmi la strisciata, ma ho la sensazione che mentre lui mi mostrava la sua, sia sceso qualcuno dalla Smart che mi si era fermata dietro e mi abbia strisciato l'auto, infatti la Smart e andata via subito. Comunque il tizio mi dice di spostarci sul piazzale del distributore per compilare il cid. Giunti al benzinaio, mi dice che se non voglio fare il cid, possiamo fare una scrittura privata dove io dichiaro di rinunciare al cid, e gli pago parte del danno che lui ha quantificato in 150 €, visto che dice di essere anche carrozziere. Preso dallo spavento, ed essendo solo contro due, gli do 100 € e vanno via. La mattina dopo sono andato alla Stazione di Polizia di Guidonia a sporgere denuncia.
Simone
# Simone 2014-02-19 19:40
Salve,
a me è accaduto oggi pomeriggio verso le 18.30, in viale Palmiro Togliatti.
La dinamica mi sembra identica a quella descritta in tutti i vari commenti qui.
L'auto che avevo davanti a me (forse una punto BLU oppure una lancia delta BLU) procedeva con estrema lentezza lungo viale togliatti, pur avendo davanti a sè tutta la corsia libera per centinaia di metri. Evidentemente voleva essere sorpassata dal cretino di turno.
Quindi l'ho sorpassata, e in fase di sorpasso, quando era quasi ormai dietro di me, ho sentito un rumore sordo: al momento ho pensato che gli avessi sfiorato lo specchietto.
Invece subito dopo il sorpasso mi si è messo dietro, suonando e lampeggiando, finchè non mi si è affiancato e mi ha intimato di accostare.
Dall'auto blu è sceso un uomo sui 40-50 anni, di carnagione olivastra (aveva tutta l'aria di essere un rom), accento non romano, forse del sud, e un tatuaggio sul collo (una ragnatela); in auto c'era, al posto passeggero, una ragazza, che lui diceva essere sua moglie incinta.
Mi ha immediatamente (non ha nemmeno impiegato 1 millisecondo per cercarlo...) mostrato il danno sulla MIA auto, come se già sapesse dov'era: in effetti c'era una strisciata di 20 cm (sul mio angolo ANTERIORE DESTRO). Poi mi ha mostrato il danno sulla sua auto: paraurti danneggiato, vernice rimossa, (suo angolo POSTERIORE SINISTRO).
Questa dinamica pressuppone che io l'abbia colpito in fase di inizio sorpasso e anche piuttosto violentemente, ma:
1) non c'è stato alcun contatto violento tra le auto, anzi non c'è proprio stato;
2) lui sosteneva che io l'avessi colpito di striscio in fase di rientro DOPO IL sorpasso, ma evidentemente in tal caso avrei colpito il suo angolo ANTERIORE SINISTRO con il mio angolo POSTERIORE DESTRO.
Dopodichè ha iniziato a dirmi, con fare amichevole, di voler compilare il cid o di chiamare la municipale; ma non ha fatto nè l'una nè l'altra cosa. Mi ha chiesto quanto valesse secondo me il danno; io, sottovalutando il danno, gli ho risposto "non più di 20€ ", e lui si sarebbe accontentato di farsi dare 20€ da me per chiudere la questione in amicizia.
A questo punto mi sono insospettito ulteriormente: non gli ho dato un centesimo e sono andato via.
Simone
# Simone 2014-02-19 19:25
Capitato a me, oggi pomeriggio verso le 18.30, in Viale Palmiro Togliatti.
L'auto che avevo davanti, una lancia delta o punto BLU (non ricordo esattamente ma una di queste due) procedeva con estrema lentezza, forse 5 km/h, pur avendo davanti a sè entrambe le corsie libere per centinaia di metri.
L'ho sorpassato, e in fase di sorpasso ho sentito un rumore, pensando che i nostri specchietti si fossero sfiorati.
Immediatamente lui ha iniziato a lampeggiarmi da dietro, si è affiancato e mi ha detto di accostare perchè avevo fatto un sorpasso troppo stretto, l'avevo chiuso e quindi preso di striscio.
Ci siamo fermati lungo la via: l'uomo era tra i 40-50 anni, di carnagione olivastra e accento non di Roma, forse del sud, con un tatuaggio (una ragnatela) sul collo; in auto con sè aveva una ragazza coi capelli mori, dicendo che fosse sua moglie incinta. L'uomo mi ha immediatamente mostrato i danni sulla sua macchina (paraurti scorticato e vernice andata via: angolo posteriore sinistro) e sulla mia (una strisciata che prima non c'era: angolo anteriore destro). Questa dinamica però, in base alla logica, è possibile se io colpisco l'auto all'inizio del sorpasso; se invece avessi colpito l'auto in fase di rientro (come lui sosteneva) allora io avrei avuto un danno nel mio angolo posteriore destro, e lui nel suo angolo anteriore sinistro.
Ha provato a dire di voler fare il cid, e di voler chiamare i vigili, ma in realtà ho capito che voleva soltanto i miei soldi. Si stava per accontentare di 20€: infatti mi ha chiesto quanto, secondo me, valeva quel danno. Gli ho risposto che non valeva più di 20€: a quel punto mi ha detto che andava bene così, potevo dargli 20€ e avremmo chiuso la questione.
Questa cosa mi ha insospettito ulteriormente.
Alla fine non gli ho dato un centesimo e sono andato via.
patrizia
# patrizia 2014-02-19 10:31
Lunedì 17 febbraio alle ore 10.30 via salaria altezza motorizzazione. E' successo a mio padre (anziano solo in auto) con un ragazzo in moto. La dinamica non lo convinceva, l'insistenza del ragazzo era eccessiva e così, alla sua proposta di far intervenire i CC, il motociclista è scappato.
Simone
# Simone 2014-02-17 09:33
Salve, ieri sera ho avuto anch'io lo spiacevole accaduto: verso le 23.00 a Roma all'inizio di via dei Sardi (zona S. Lorenzo) una Toyota Aygo nera era ferma in doppia fila; essendo la strada in quel tratto stretta sono passato con cautela ed ho sentito un rumore provenire dall'esterno della mia auto, ho notato la toyota con a bordo due uomini che prontamente lampeggiava e suonava; mi fanno accostare e l'uomo alla guida(sui 40 anni dall'aspetto normale abbastanza curato, accento romano) sosteneva di essere stato urtato sul parafango della ruota anteriore, facendomi notare il danno anche sulla mia auto (sulla fiancata lato passeggero, molto più lieve in proporzione al suo) Essendo già a conoscenza di questi trucchetti, non ho voluto sentire ragioni ed ho minacciato di chiamare le forze dell'ordine... lui ha detto di essere dispiaciuto di questa mia titubanza e che non c'era bisogno di chiamare nessuno, l'auto l'avrebbe aggiustata da se, subito dopo se ne andato. Non è stato assolutamente aggressivo, si è voluto anche presentare(!!) La faccenda si è risolta nel giro di pochi minuti. Il mio consiglio, qualora si dovessero verificare questi spiacevoli accaduti è di cercare di rendersi conto il prima possibile del tentativo di truffa e di NON scendere assolutamente dall'auto (specialmente se si è soli, anche se io l'ho fatto) proseguire per la propria strada magari chiamando il 113
Andrea
# Andrea 2014-02-14 22:12
Via della Magliana, 14 febbraio 2014, 20:30 circa, direzione Raccordo, altezza via Nathan, sono incappato anche io nella truffa. Ero in macchina con mia figlia di 7 anni, abbiamo sentito un colpo, una macchina, lancia delta blu, che ci lampeggia, abbiamo accostato. Purtroppo sono sceso dalla macchina, il tipo, carnagione olivastra, sulla cinquantina ha millantato che l'avessi toccato, che aveva il figlio in macchina e che andava in ospedale, effettivamente una persona che all'apparenza non stesse bene, c'era. La strisciata sulla mia macchina c'era. Non ho avuto la prontezza di riflessi di non scendere e di minacciare di chiamare polizia o vigili urbani. E alla fine gli ho dato 50 euro.

Non scendete dalla macchina; chiamate i vigili.
paola
# paola 2014-01-12 07:56
Ieri pomeriggio 11.01.2014 è successo anche a me di essere vittima di un tentativo di truffa dello specchietto sul viadotto della Magliana a Roma. Nell'altra macchina c'era una ragazza mora con capelli lunghi alla guida e un uomo di carnagione olivastra che mi hanno affiancato , dopo aver tirato un oggetto contro la mia macchina. Nonostante i loro tentativi di farmi fermare io sono stata molto decisa nel dirgli che non avevo fatto nulla (ho controllato anche il mio specchietto ed ho visto che non si era nemmeno spostato) e attraverso il finestrino ho intimato che avrei chiamato la polizia. Hanno desistito. Forse questa esperienza può aiutare qualcuno : cercate di non fermarvi e minacciate di chiamare la polizia. Purtroppo non sono riuscita a prendere la targa.
paola
# paola 2014-01-12 07:56
Ieri pomeriggio 11.01.2014 è successo anche a me di essere vittima di un tentativo di truffa dello specchietto sul viadotto della Magliana a Roma. Nell'altra macchina c'era una ragazza mora con capelli lunghi alla guida e un uomo di carnagione olivastra che mi hanno affiancato , dopo aver tirato un oggetto contro la mia macchina. Nonostante i loro tentativi di farmi fermare io sono stata molto decisa nel dirgli che non avevo fatto nulla (ho controllato anche il mio specchietto ed ho visto che non si era nemmeno spostato) e attraverso il finestrino ho intimato che avrei chiamato la polizia. Hanno desistito. Forse questa esperienza può aiutare qualcuno : cercate di non fermarvi e minacciate di chiamare la polizia. Purtroppo non sono riuscita a prendere la targa.
Marco
# Marco 2013-12-08 11:33
Capitato Venerdi' 06 Dicembre ore 20.15 circa su Via Algeria (parallela Via C. Colombo altezza Palasport), direzione Viale dell'Oceano Atlantico. Un ragazzo magro giovane e un altro a bordo su una BMW apparentemente non nuova, specchietto staccato dalla carrozzeria. Chiedevano piu' di 100 euro. Avevo 20 euro e li ho dati rendendomi conto della truffa allo stesso momento nonostante insistessero per avere di piu'. Argomentando che era impossibile fosse capitato dato che sarei dovuto passare a 20-30 cm dalle macchine me ne sono andato.
Col senno di poi:
- Non fermarsi e proseguire fino ad un posto sicuro
- Non uscire dalla macchina
- Notare come i truffatori suonino immediatamente dopo l'incidente simulato. In un caso reale c'e' un tempo di reazione anche da parte di chi ha subito il danno.
- E molto improbabile si possa colpire lo specchietto di un auto e distruggerlo se ve ne sono altre in fila
Federico
# Federico 2013-12-05 11:14
Buongiorno. A me è capitato il 3 novembre alle ore 22.00 in via circonvallazione tiburtina all'altezza di via Chianti.l'auto dei farabutti era una Toyota Aygo del 2007 nera targata DG.. I truffatori hanno avuto il gioco facile, ero stanco, stavo tornando a casa e, quella sera le luci della tangenziale erano spente, quindi, al momento dell'impatto non ho visto la correzione loro per urtarmi la macchina.andavano di fretta perché uno di questi stava diventando papà. Ho pagato 90 euro. Uno era sulla sessantina con occhiali tondi con montatura nera e l'altro più giovane sulla trentina. Indossavano dei piumini neri. Fermiamoli!
Santi
# Santi 2013-12-04 05:30
Da ieri sera sono anch'io nel club dei truffati :( ...
A me è successo alle 21 in via Conti.
Il truffatore era su un Audi grigio metallizzato e diceva di essere in ritardo per un invito a cena dalla suocera :-). Che fantasia ...
Pezza
# Pezza 2013-11-26 17:40
a me è capitato oggi in via Scalo di S.Lorenzo. Ho sentito un rumore, ho guardato dallo specchietto, ho visto un ragazzo scendere dall'auto e guardare la fiancato della sua auto. Mi sono fermata. La strusciata era reale su entrambi le auto e i colori delle vernici corrispondevano. Il ragazzo sui 25 anni ha una clio grigio metallizzata. Io avevo una gran fretta perché dovevo prender mio figlio all'uscita di scuola, quindi quando mi ha proposto di pagare in contanti, ho pensato che fosse la soluzione per togliermelo di torno il prima possibile. Però ho detto che lo avrei pagato in contanti, senza attivare l'assicurazione solo in caso di piccolo importo. Finta telefonata al carrozziere. Indicazione del bancomat più vicino per prelevare. Gli ho dato 170 euro. Una volta recuperato mio figlio, ho rimesso insieme il puzzle e ho capito di essere stata truffata. La cosa che mi fa più rabbia è che con la scusa del gran freddo, il tipo è salito sulla mia auto. Che rabbia!
massimo
# massimo 2013-11-11 19:00
Purtroppo sono ancora in giro....mi è accadatuto anche a me oggi e leggendo questo forum ho avuto conferma dei sospetti che avevo.Verso le 18 girando da piazza meucci in via della magliana antica appena fatta la discesa ho notato una macchina in doppia fila che ho sorpassato e ho sentito anche io un gran rumore e ho visto dallo specchietto retrovisore un signore di circa 65 anni con accanto un ragazzo di 35 40 anni a bordo di una vecchia opel corsa che mi hanno fatto il gesto di accostare cosa che ho fatto....in effetti c'era una strisciata sul lato anteriore destro della macchina...stessa dinamica e alla fine stessa truffa..gli ho dato i 200 richiesti evitando l'assicurazione state attenti il consiglio che vi dò e di non fermarvi anche se a quell'ora con il traffico che c'è in quella zona è praticamente impossibile....
Utente
# Utente 2013-10-20 12:40
Capitato pure a me oggi (domenica 20 ottobre 2013), stamattina. La versione dello specchietto però. Un ragazzo siciliano e una ragazza che non so di dove era perche' non ha detto nulla. Voleva 70€. Io ero un po' in dubbio, per un danno minimo al solo specchio, cioè il supporto era integro, mi sembrava vereamente troppo. Non avevo il CID e non sapevo dove prenderlo. E' successo nella via di casa e lui era fermo parcheggiato, stava aspettando degli amici mi ha detto, che mi è sembrato strano perchè se non ci abiti in quella strada è difficile che ci finisci e di questi amici non mi ha detto che abitavano lì. Visto che ero vicino casa sono andato a casa per vedere se avevo un modulo CID , e anche per controllare su internet quanto costa uno specchietto di una utilitaria 3 porte,niente di che, non un macchinone. Tra l'altro non era nemmeno tenuta bene però non ricordo che macchina era. Fatto sta che quando scendo intenzionato a fare delle foto del "danno" e proporre magari di chiamare la polizia, se ne sono andati via.
Raffaele
# Raffaele 2013-09-29 15:58
Mi é capitato ieri sera su Via Leone III a Roma alle 21.25. Erano un ragazzo ed una ragazza, secondo me di etnia Rom. La cosa particolare è che circa 7 mesi fa le stesse due persone mi avevano fermato a Via San Martino della Battaglia. In entrambe i casi ho temporeggiato avvicinandomi con la macchina dove c'erano persone per evitare di stare da solo. Quando ieri sera ho riconosciuto entrambe ho aspettato che desistesse e poi ho avvisato subito la polizia specificando che già due volte la stessa persona mi aveva fermato con due auto diverse, per cui é facile che le macchine usate, come mi hanno detto alla polizia, siano rubate per non essere identificati...
Antonio
# Antonio 2013-07-01 07:23
Mi è capitato Mercoledì 26.7, via Tiburtina Valeria, tratto tra lo svincolo autostrada Settecamini e centro commerciale Tiburtino. Una macchina procede a "elastico" e un pò a zig-zag. Sorpasso (almeno 1 metro di spazio tra le due fiancate) e avverto un rumore sordo alla portiera. Più avanti, con traffico a rilento, mi si affianca questo tizio (aria pochissimo raccomandabile, accento chiaramente da rom, un vero balordo almeno nell'aspetto, grosso, pieno di tatuaggi e catene d'oro al collo) e mi intima di fermarmi al prossimo spazio utile. Ho capito la cosa e sono scappato. La cosa impressionante è che questo mi ha inseguito a tutta velocità per un paio di km (ho preso la strada che va verso Guidonia). Sono riuscito a distanziarlo un pò per poi seminarlo. Credo che se mi avesse raggiunto avrei passato un brutto quarto d'ora, anche perchè il 112 ha squillato a vuoto senza alcuna risposta.
Fate attenzione a una Citroen xsara 3 porte, nera (all'apparenza pure ben tenuta), non fermatevi e se proprio siete costretti avvertite le forze dell'ordine (se vi rispondono al telefono...), chiudetevi in macchina e non scendete.
Daniele
# Daniele 2013-06-27 09:56
Salve, anch'io ieri sono stato oggetto di una truffa, in Via Scintu vicino la Togliatti, sorpassando una macchina alla mia destra molto lentamente( lui andava molto più lento di me, come per dire "sorpassami")...sento un rumore come una piccola pietra lanciata sulla macchina, guardo dallo specchietto retrovisore e mi accorgo di un ragazzo sui 35 che mi lampeggia e mi dice di accostarmi...mi accosto e lo specchietto della sua Punto G grigia è rotto e la calotta tutta rigata, ma la cosa strana è l'eccessivo danno procurato da un contatto non molto forte, fra l altro il mio specchietto non aveva subito danni ma preso dalla fretta in quanto stavo lavorando non me ne sono accorto. Lui un tipo strano, diceva di andare di fretta ma in realtà il tutto è accaduto mentre andava a 20 km/h, gentile all'inizio ma piu passava il tempo e più si innervosiva cominciando a insultare,tant'è che quando ho preso il telefono per chiamare il mio carrozziere mi è venuto incontro con aria minacciosa, io son rimasto fermo, nn volevo passare guai arrivando al contatto fisico(anche se ci mancava poco) ed essendo un danno lieve ci siamo messi d'accordo e gli ho risarcito il danno, è stata la mia prima volta ma la prossima se accadrà chiameró le guardie sicuramente. Sbagliando s'impara. Spero che qualcuno lo legga prima che capiti sotto questo tizio nuovamente.
Angelo
# Angelo 2013-04-16 11:13
Seguo il Messaggio di Automobilista ingenua bis... a me lo hanno fatto ieri pomeriggio 15.04.2013 sulla Tiburtina altezza metrò ponte mammolo, mentre sorpassavo a una velocità di 40 km/h circa, non mi fido più di nulla, è la 4° volta che mi succede. le ultime due volte però non mi sono fermato ho ignorato l'accaduto e i loro tentativi di richiamare la mia attenzione, e mi sono messo al telefono, facendo in modo che vedesso che stavo componendo un numero telefonico...hanno mollato la presa e se ne sono andati.
una mia conoscente il mese scorso è stata derubata...!
Io sono per il non fermarsi mai.
automobilista ingenua bis
# automobilista ingenua bis 2013-03-07 07:36
Credo di essere stata vittima della stessa persona di cui scrive "automobilista ingenua", la mia auto è stata colpita da un'auto guidata da una persona "distinta", sulla quarantina con una macchina bianca con una targa che iniziava per EP. Ho avuto molta paura, perché quest'uomo si è rivelato una persona altezzosa e abbastanza violenta: ha provato ad investire i due uomini che mi hanno aiutata a smascherarlo ed è poi scappato. Sono stata colpita fuori la METRO DI PONTE MAMMOLO.
Gianluca
# Gianluca 2013-02-28 22:28
mi è successo anche a me a gennaio su via prenestina 300 metri prima dell'incrocio con la togliatti. I truffatori avevano una station wagon di colore scuro. Io convinto di avere ragione, non gli ho dato modo di parlare ed ero molto arrabbiato per il danno procuratomi alla mia fiancata, ho insistito per scambiarci i numeri di telefono e dopo minuti di discussioni in cui il truffatore stava cominciando ad alterarsi ho insistito per chiamare le forze dell'ordine per i rilievi del caso. Al che il truffatore ha finto di avere una passeggera incinta in macchina ed è scappato dopo avermi minacciato verbalmente. P.S. sosteneva di essere di Zagarolo e di avere il fratello carrozziere.
Lucia R.
# Lucia R. 2013-02-27 13:23
buongiorno automobilista ingenua,
il giorno 10 febbraio, su via Cristoforo colombo, prima degli archi, sono stata truffata dallo stesso ragazzo, distinto e con una twingo bianca con le prime lettere della targa EP.

purtroppo io, presa dal panico, ci sono cascata, mi ha accompagnato al bancomat e ha preso ben 250,00 Euro.

non sono riuscita a prendere alcun dato, neanche la targa, se tu hai dei deti o potessi inviarmi la copia della denuncia io vorrei procedere penalmente nei suoi confronti.

sarei molto grata a chiunque vorrà aiutarmi.
Enrica Marini
# Enrica Marini 2013-02-27 11:17
Sono fresca reduce di brutta esperienza. Lunedi 25 febbraio ore 20,15 via laurentina verso il raccordo. Avverto un sorta di strusciata sulla fiancata destra e poi....etc. etc.... ragazzo e fidanzata, spaventatissima, per l'accaduto. Sensi di colpa per eventuale strage che avrei potuto causare se passava un motorino, stanca, infreddolita, e preoccupata per altri motivi, non mi è balenata per niente l'idea della truffa. Siamo andati al bancomat, ho prelevato e tanti saluti.
Loro, però, vicino allo sportello bancario non si sono avvicinati, per paura delle telecamere. Ho capito il giorno dopo riflettendoci, ma ormai troppo tardi. Potevano essere miei figli per l'età......
automibilista ingenua
# automibilista ingenua 2013-02-11 10:45
a me è successo sabato 9 febbraio 2013 a viale oceano pagicifco all'eur. era un ragazzo "distinto" in una macchian utilitaria bianca (tipo suzuki swuift) e la targa iniziava per EP. mi ha affiancato dcendomi che lo avevo urtato,e il dubbio me lo ha insinuato forse lanciandomi prima un sasso contro la macchiam. la mia macchina a veva infatti un danno che però a rigor di logica non poteva in alcun modo corridpondere al danno che lui denunciata sulla sua macchiba. per questo, non convinta non ho voluto nè fare il CID nè dargli soldi, ma gli ho proposto di scambiarci i dati e riparlarne (in quel momento non pensavo minimamente ad una truffa). Ho anche chiamato mio marito per avere un consulto e a quel punto deve aver capito che non mi avrebbe convinto, è salito in macchina e se ne è andato. io però ieri mattina sono andata ai carabinieri a fre la denuncia e l'ho inviata cautelativamnete anche alla mia assicurazione.
vince
# vince 2013-02-01 09:02
A mia moglie è successo ieri 31/1/13 zona Navigatori/Ardeatino. Dinamica sempre la stessa, le hanno chiesto 120 euro (solo per comprare la vernice dicevano). Mia moglie mi ha chiamato, in 5 minuti ero sul posto. C'hanno giusto provato un attimo. Io ho chiesto patente e libretto dell'auto e sono fuggiti. Okkio, piccola utilitaria chiara. Lei al volante semprava una zingara, alta circa 1.60 scura capelli lungi e neri, carnagione olivastra. Lui alto 1.70 tarchiatello, capelli corti e scuri, carnagione scura, occhiali da vista montatura rettangalare, tatuaggio sul petto immagino, spuntava quasi fino al collo.
Oscar
# Oscar 2012-12-18 21:29
Oscar,
occhio o li hanno rilasciati o sono stati sostituiti da altri... a me è capitato e purtoppo come molti non ho avuto la prontezza di prendere la targa( anche se penso che poi sarebbe risultata rubata).
Allora è avvenuto ven. 14 Dicembre 2012 in Viale Marconi a Roma:dopo un inseguimento di 2 auto sono riuscito a dileguarmi,ho chiamato la Polizia che mi ha risposto che aveva altre chiamate più urgenti (questo è accaduto per colpa dei tagli alla sicurezza, ecc.. penso).
Giovanni99
# Giovanni99 2012-12-18 20:16
Ragazzi io sono un campione, mi è capitata 3 volte... La prima ci sono cascato, ovviamente le altre 2 no. Credo che il rumore sia provocato da un accendino, o un altro piccolo oggetto lanciato sul vetro posteriore. Il meccanismo credo sia dovuto alla psicologia della gestalt, per cui due eventi ravvicinati vengono associati: automaticamente si cerca di capire cosa è stato il rumore e la macchina che si affianca è la spiegazione che arriva subito, immediata.
GK da Roma
# GK da Roma 2012-11-23 22:57
A Roma mi sono imbattuto nel truffatore del falso incidente (strisciata sulla fiancata) che opera a bordo di una Peugeot di colore chiaro targata BR809TZ con donna e bambino. La dinamica è quella descritta nei post precedenti cui posso aggiungere che la nostra auto viene graffiata con della carta vetrata dal malvivente che ci precede rapidamente nello scendere dall'auto. Attenzione e avvisate subito le forze dell'ordine se dovesse costringervi a fermarvi.
CM
# CM 2012-11-05 17:34
Per esperienza personale, consiglio di chiamare le forze dell'ordine ancora prima di essere fermati dai truffatori.
Segnalo che a Roma (zona Foro Italico - Circonvallazioni e Tangenziale Est) sono in azione - tra gli altri - un uomo e una donna con bambino a bordo di una Peugeot 206 targata BR809TZ.
Il modo di operare è il classico con l'aggiunta di una strusciatura con carta vetrata sul lato destro dell'auto della vittima (in risposta a chi chiedeva "come fanno a causare il danno") che effettuano passando dal lato marciapede e distraendo il malcapitato.
polo
# polo 2012-10-30 21:14
A Castelfranco Emilia di MODENA sulla tangenziale, sabato 27 Agosto 2012 sempre la solita tecnica della strisciata, da ragazzo tarchiato capelli neri corti occhi neri con donzella affianco che doveva andare dalla nonna e non aveva tempo. Procedeva a rilento con la sua FIAT PUNTO TERZA SERIE azzurra e malconcia,per farsi sorpassare ed attuare il suo piano.ATTENZIONE.
Pao
# Pao 2012-10-16 20:22
Mi è successa la stessa identica cosa mercoledì scorso sulla nomentana, altezza via Asmara. Ho creduto a tutta la recita condita da sguardo commosso per la nonna malata in ospedale. carrozziere di latina, ben vestito e gentilissimo, mi ha spillato 200 euro. Se me ne capita un altro sottomano povero lui.
Mica
# Mica 2012-10-04 16:21
Successo oggi anche a me, vicino a Piazza Sempione. La macchina davanti a me ha rallentato, sembrava volesse parcheggiare. L'ho sorpassata e ho sentito il colpo secco. Dopo un po' mi ha raggiunto e mi ha fatto fermare. Sulla mia macchina c'era un graffio, il suo paraurti era graffiato e spaccato. Non voleva riempire il CID dicendo che mi costerebbe di più sia la spesa in sé (perché lo sostituirebbero con uno nuovo, invece lui si accontenta con uno già usato), sia l'assicurazione aumentata. Lui che è un carrozziere ripara tutto per "soli" € 200. Io insistevo nel riempire il CID, lui che è meglio i contanti. Intanto gli ha suonato il telefonino e ha detto che aveva un appuntamento dal dentista. Io ho detto di non avere i contanti, era disposto ad accompagnarmi fino a casa. Alla fine se n'è andato dicendo che avrebbe chiamato domani.
Frankiee
# Frankiee 2012-09-26 23:45
Fresca fresca, subita mezz'ora fa a scalo San Lorenzo direzione tangenziale... da un ragazzo con una Classe A Blu chira metallizzata...
solito rumore sentito come un oggetto colpito... lui che mi insegue e si fa notare con fari e clacson... ci fermiamo per controllare il "danno", la mia macchina con una bella strusciata, la sua un lieve graffio... dinamiche coincidono esattamente con la truffa sopra citata... il CID, un parente malato da portare all'ospedale, lui che è un carrozziere che può risolvermi il mio danno al prezzo di un caffè e velocemente la classica esigenza di troncare la questione con un accordo economico sul momento, fino alla sua proposta di accompagnarmi al vicino bancomat... a questa sua ultima uscita... ho sgamato subito la truffa... OCCHIO RAGAZZI... in questi casi.. chiedete al truffatore di tutto, dove lavora dove abita chi è chi non è.. e se riuscite prendete la targa... alle vostre domande vedrete che lui svicola e vi dira che vi vedete il giorno dopo.... Forse l'avete Scampata!!!!!
Ale
# Ale 2012-08-24 23:10
x FRANCESCO Mi è appena capitata la stessa cosa,la descrizione del tuo commento rispecchia perfettamente l'accaduto!Purtroppo io per lo spavento non ho pensato a prendere la targa.Volevo chiederti se è possibile mettersi in contatto con te per cercare di capire se in effetti è proprio la stessa persona.
guidatore perbene
# guidatore perbene 2012-07-18 18:25
Successo anche a me un paio d'anni fa sul Lungotevere altezza Trastevere, in una variante piuttosto insidiosa.
L'orario era nel tardo pomeriggio ma ancora luminoso e la strada molto trafficata; alla partenza dal semaforo nella mischia delle auto superandone una sento un innaturale colpo sordo provenire dall'esterno, il fatto di essere in ritardo e l'innaturalità del colpo mi portavano a proseguire salvo essere inseguito e poi affiancato da questo ragazzo poco più che trentenne che mi fa grandi cenni di accostare, con aria allarmata.
Accosto e questo mi accusa di avergli rotto passando lo specchietto retrovisore, il soggetto è italiano, aria perbene, ben vestito e viaggia su di una station wagon con una donna sua coetanea e un bambino sui 7-8 anni.
Ha l'aria preoccupata e spaesata e mi dice che viene da Tivoli e che l'urto ha fatto spaventare la moglie e il figlio che viaggiano con lui (e che mi guardano spauriti -da copione- dall'interno della sua vettura).
La scenetta è realizzata in maniera credibile e sulle prime mi coglie alla sprovvista e mi scuso.
Mi dice che il danno non è granchè e che per quella cifra non conviene fare la denuncia all'assicurazione, che la stessa cosa gli è già capitata di recente e quindi me lo stima in poco più di un centinaio di euro.
Gli rispondo che non ho cash ma che se vuole possiamo fare la denuncia, mi risponde che è tardi e deve rientrare a Tivoli con urgenza per motivi familiari per cui (me lo dice con aria afflitta e sconsolata) "accetterebbe" anche gli liquidassi quello che ho in contanti, qualsiasi importo, affinchè il danno non rimanga a suo esclusivo carico.
Rispondo che non ho proprio addosso contanti e quando realizza che è così cambia tono e si allontana contrariato.
Purtroppo un paio d'anni fa non conoscevo questo schema e la messinscena era ben realizzata e infida, considerato anche il luogo affollato e la bella performance scenica resa ancora più credibile dalla presenza di compagna e figlio (per cui occhio!), se mi dovesse ricapitare non esiterò a denunciare prontamente!
romano
# romano 2012-07-17 09:54
capitato un pò di tempo fà. solita dinamica, sorpasso il tizio, sento un botto sulla fiancata e il truffatore che si dimena per farsi notare. Dato che conoscevo la truffa ho fatto finta di nulla proseguendo per la mia strada. Ne è seguito una specie di inseguimento che si è concluso con io con il bullock in mano e lui che dopo avermi aperto la portiera, in dialetto barese farneticava qualcosa....alla fine ha capito l'antifona e se ne è andato.
Marco Aiello
# Marco Aiello 2012-07-07 12:35
Oggi ne ho vista una nuova. Mi volevano spillare dei soldi facendomi credere che, al rientro nella mia macchina, parcheggiata pochi minuti prima per fare la spesa, avevo aperto lo sportello e danneggiato la fiancata di una fiammante crossover nuova nuova (manco fossi un mammut). Il tipo, secondo sua ricostruzioni, è uscito dal parcheggio e per sesto senso o senso divino, ha voluto controllare la portiera del passeggero, accorgendosi dell'accaduto. Ha quindi aspettato tutto tranquillo il mio rientro (sapeva benissimo che ero entrato nel supermercato). Tra l'altro il tipo, secondo me, ha fatto un piccolo graffio vicino la mia maniglia, per rendere il tutto più veritierio. Ovviamente l'ho mandato a farsi un giro. Occhio alle truffe.
Pietro
# Pietro 2012-07-04 20:59
E' capitata a me oggi la medesima cosa. In Viale Avignone mentre ero in fase di sorpasso ho avvertito un rumore come se qualcosa avesse colpito la mia macchina. Istintivamente ho guardato il retrovisore ed ho visto il tizio della macchina che avevo appena superato che gesticolava indicando verso me.
Mi sono quindi accostato per accertarmi di cosa fosse accaduto e dall'altra macchina è sceso il tizio, robusto e di carnagione scura, che mi ha detto con fare tranquillo ed educato che l'avevo stretto mentre lo stavo superando. Subito dopo mi ha indicato in macchina la moglie incinta che recitava la parte della poveretta spaventata.
Mi ha poi mostrato la strisciata sulla sua macchina e avvicinandosi alla mia mi ha anche indicato una strisciata sulla parte posteriore destra della mia macchina.
A quel punto mi ha detto che avrebbe voluto fare il CID ma subito dopo aggiunge che lui di mestiere fa il carrozziere e che sa che il danno è di scarsa entità e quindi considerando il bonus malus secondo lui converrebbe chiuderla la con un rimborso in contanti di 140 euro.
Io gli ho detto di non avere soldi addosso e che avrei preferito fare il CID, ma lui risponde che ha fretta perché la moglie incinta deve andare in bagno proponendo quindi di andare al più vicino bancomat per fare un prelievo. A quel punto io gli ho risposto che non avevo con me la tessera bancomat e che l'unica soluzione era fare il CID. Lui allora propone di avviarci al più vicino bar in modo da far andare la moglie al bagno e subito dopo procedere con la compilazione del CID. Io mi sono mostrato favorevole a questa soluzione e lui mi ha quindi detto di fare strada io e che lui mi avrebbe seguito. Inutile aggiungere che appena mi sono avviato i due si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Purtroppo non ho avuto la prontezza si prendere il numero di targa per denunciare l'accaduto alla polizia.
Codici
# Codici 2012-06-01 10:04
Gentile Sara, grazie per la segnalazione! Un saluto
Sara
# Sara 2012-05-31 13:27
Accaduto a mio padre ieri pomeriggio sull'Aurelia: un motorino lo ha accusato di averlo fatto sbandare. Per fortuna lui ha solo spruzzato qualcosa sulla macchina che faceva sembrare la vernice rovinata. Purtroppo però mio padre ci è cascato si è fatto scucire 150€.
Marco messe
# Marco messe 2012-04-09 18:58
Mi è successo un episodio analogo (con lo specchietto) circa un anno fa in via magna Grecia. Il tipo dell'altra auto non era ben educato ma molto violento e nervoso. Purtroppo per lui io nom sono gracilino ne pauroso ma ci stavo quasi cascando. In macchina lui aveva una donna, un altro tipo poco raccomandabile ed un bambino che secondo lui stava portando all'ospedale urgentemente.
Comunque in qualche modo mi sono salvato ed ho segnalato la targa ai carabinieri ed alla p.s.che approfittano della buona fede delle persone. Vanno necessariamente denunciati anche se la truffa non va a buon fine.
Sono dei veri e propri delinquenti.
Attenzione.
Marco
Anonimo
# Anonimo 2012-03-30 14:15
Aggiungo questo post così che possa essere di aiuto ad altri automobilisti
http://www.romafaschifo.com/2011/05/la-nuova-raffinatissima-truffa.html
magnolia
# magnolia 2011-11-20 16:34
Anche a me è successa la stessa cosa ieri nera, dopo le 17, in Viale dell'oceano Atlantico.
Non ci sono cascata grazie anche al fatto che nn avevo soldi con me e ho insistito per fare il CID.
La strisciata permane ma non avendo preso nemmeno la targa non ho potuto fare denuncia, anche se ho segnalato la cosa alla Polizia di zona.
La macchina potrebbe essere la stessa, anche nel colore
Alla guida c'era un ragazo ben vestito e ben educato, altezza media; non ho visto altre persone a bordo ma aveva gran fretta di andare ad un'appuntamento di lavoro e ha detto di venire da Terni.
Spero che questa segnalazione possa essere utile ad altria utomobilisti per non farsi truffare.
La Polizia mi ha consigliato, in casi smili, di chiudersi in macchina e chiamare le forze dell'ordine; prendere il numero d targa e non dare mai soldi in contanti.
francesco
# francesco 2011-09-14 17:57
E' successa la stessa identica cosa a me nel sottopasso Giovanni XXXIII scendendo dal Gemelli.Per fortuna non ci sono cascato, nel senso che non gli ho dato neanche una lira,però c'è mancato poco e comunque il danno della strisciata con la carta vetro o smeriglio l'ho subito. L'automobile del truffatore era una Ford Escort grigio metallizzato di cui ho preso anche la targa che ho segnalato alla Polizia nei giorni successivi, sperando che possa tornare utile per acchiappare questo soggetto.
Sono stato fortunato poichè nel mio caso il truffatore ha rivestito il ruolo di padre di famiglia educato e gentile, con due bambini a bordo, che poverini servono come copertura alle sue malefatte.