logo-rete.jpg

FIRMA PER DIRE NO ALL’USO DELLE MULTE PER SANARE LE CASSE DEI COMUNI

 In questi giorni all’interno della finanziaria si stanno apportando delle modifiche anche al codice della strada, tali modifiche prevedono l’eliminazione dei vincoli che definiscono le destinazioni dei proventi delle multe da autovelox. Si prospetta quindi, un grave rischio di aumento spregiudicato di multe!

CLICCA SUL PULSANTE PER ADERIRE

Firma
[*] campi obbligatori
[1]

Attenzione: per dare maggiore validità alla petizione, chiediamo cortesemente di scrivere nome e cognome nell'apposito box e di inserire il numero di carta d'identità o altro documento in corso di validità sul campo "note".Grazie!
 
Con la firma si chiede di essere iscritto all'Associazione Codici per l'anno corrente, al fine di conferire mandato per le attività in oggetto e per ogni ulteriore iniziativa associativa ai sensi dell'Informativa ex art. 13 del D.Lgs. 196/2003: i dati riportati nel presente Modulo saranno utilizzati ai fini delle attività istituzionali per le quali sono richiesti e verranno utilizzati, con l’ausilio di strumenti cartacei ed informatici, unicamente per tale scopo, nel rispetto della normativa vigente. I dati personali in oggetto verranno utilizzati esclusivamente dal Codici, CENTRO DIRITTI DEL CITTADINO o da loro responsabili o incaricati per finalità inerenti alle proprie attività. Con la presente chiedo di essere iscritto all'Associazione Codici per l'anno corrente, al fine di conferire mandato per le attività in oggetto e per ogni ulteriore iniziativa associativa.

 

Oggi tutti gli introiti derivanti dalle multe hanno come destinazione solo le opere di incremento della sicurezza stradale. Con il provvedimento in discussione si darà molto probabilmente il via libera ai Comuni per spremere come limoni gli automobilisti più di quanto non facciano già oggi. Disseminando le strade di autovelox, si utilizzeranno i soldi delle multe non per incrementare la sicurezza sulle strade, ma per sanare i buchi di bilancio, pagare stipendi dei vigili e realizzare opere stradali che dovrebbero già essere comprese in quanto i cittadini pagano con le proprie tasse. Nonostante il Governo dichiari che la ripartizione dei proventi delle sanzioni amministrative ha come fine essenziale quello di realizzare interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali e non di certo il mezzo dei comuni per fare cassa, afferma che è possibile rilevare i casi in cui tali introiti vengano utilizzati in finalità differenti.

Firma la nostra petizione per far sentire la tua voce e affinchè non si proceda con la concessione di tale deroga, affinché gli introiti derivanti dalle multe stradali non vengano utilizzati dalle amministrazioni esclusivamente per interessi del Comune, ma vengano riservati al miglioramento della sicurezza stradale nella tutela di tutti i cittadini.

Codici presenterà la petizione raccolta alla Camera e al Governo per la modifica della normativa.
Invitiamo tutti i cittadini a partecipare numerosi e a condividerla in modo da fornirci uno strumento per far valere i loro diritti di consumatori.  

Occorre essere registrati per poter commentare