5xmille (1).png

CODICI – Campagna Voglio papà: La via Europea alla Giustizia dei padri

I Giudici fanno provvedimenti stereotipati a favore dell’ex sesso debole. Troppe ingiustizie nei Tribunali Italiani e troppi provvedimenti dilatori o attendisti. CODICI lancia la campagna "la via Europea alla Giustizia dei padri".

I Giudici Italiani adottano provvedimenti stereotipati a favore dell’ex sesso debole con grave danno per il padre e i figli. Anche recentemente il conduttore televisivo Timperi lamenta il fatto che i giudici decidano escludendo la figura paterna affermando in maniera efficacemente sintetica "La mamma è sempre buona, mentre il padre è colpevole a prescindere”.

Il cd. principio di bigenitorialità non è solo un principio ermeneutico e metodologico, ma un concreto, vincolante principio normativo introdotto dalla legge nazionale, comunitaria ed internazionale e diretto a garantire e tutelare il diritto di ogni minore d'intrattenere (anche in caso di affido esclusivo, condiviso o congiunto) con ambedue i genitori, legittimi, naturali od adottivi che possano essere, costanti, adeguati rapporti soprattutto d’ordine personale, rapporti considerati, ormai, universalmente, essenziali per una ottimale crescita psicofisica del minore.

Questo indirizzo viene spesso eluso con provvedimenti pregiudiziali. Il CODICI ha quindi deciso di intraprendere la via Europea alla Giustizia , solo in questo modo si potrà ottenere un cambiamento di rotta della Magistratura e del Parlamento che nicchia su questo grave problema dei padri separati.

La Corte Europea è già più volte intervenuta sulla vicenda e ha anche direttamente accusato lo Stato italiano “ La rimessione meccanica e stereotipata ai Servizi sociali del compito di dare esecuzione ai provvedimenti dell'autorità giudiziaria in luogo dell'assunzione da parte del giudice di ogni provvedimento utile a rendere effettivo il diritto del minore ridonda in una violazione delle obbligazioni positive poste dall'art. 8 della Convenzione europea a tutela del diritto alla propria vita familiare” (Corte europea diritti dell'uomo sez. II - Data: 29/01/2013 - n. 25704).

Sulla scia di questo orientamento , la campagna Voglio papà promuoverà una serie di azioni , che si trasformeranno in collettive, contro i provvedimenti dilatori ed attendisti dei Tribunali , proponendo azione alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

 

Per informazioni e supporto contattare la Segreteria Nazionale al contatto email: segreteria_nazionale@codici.org 

 

oppure al numero di telefono: 06.55.30.18.08

 

Nell’ambito della Campagna Voglio Papà seguite anche la nostra Rubrica “I nuovi orfani” su Spazio Consumatori al seguente link:

 

http://www.spazioconsumatori.tv/rubriche/i-nuovi-orfani

Occorre essere registrati per poter commentare