logo-rete.jpg

 

EXPO: si paga anche per lavorare

CODICI presenta un esposto Centinaia di persone hanno versato soldi a un fantomatico impresario. Pronta la denuncia dell’Associazione alla procura di Milano e la richiesta di ammissione come parte civile Milano, 22 maggio 2015.

 

Ci risiamo. In tempo di crisi sono tanti coloro che approfittano della debolezza delle persone che sono alla ricerca di un lavoro. L’ultimo caso è stato denunciato ieri dal programma televisivo “Striscia la notizia”. Il presunto selezionatore chiedeva ai candidati ignari di versare 192 euro per lavorare a vario titolo all’interno dell’EXPO. A detta delle persone che sono cadute nel tranello sono stati in tanti a vedere un’occasione nell’offerta del fantomatico impresario. “Si tratta di un caso allarmante – commentano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI, e Davide Zanon, Segretario CODICI Lombardia -. La nostra Associazione è pronta a presentare un esposto alla procura di Milano affinché vengano eseguite le indagini e si accertino le responsabilità. Inoltre CODICI presenterà istanza di qualificazione come persona offesa per l’ammissione come parte civile”. Invitiamo tutti gli interessati di questo presunto raggiro a segnalare il loro caso, rivolgendosi alla sede di Milano dell’Associazione, in Via Bezzecca 3, oppure contattando il numero 02-36503438 o l’indirizzo email codici.lombardia@codici.org