logo-rete.jpg

Indignamoci! Gelli, Alpa e Lorenzin un tris d’assi contro le vittime di malasanità.


Codici: Si legittima con un disegno di legge l’errore medico

Cosa ne pensate? ditelo a #lorenzinSfanclub


Con la proposta di legge approvata dalla Commissione affari sociali della Camera, i pazienti colpiti dalla malasanità saranno vittime due volte: dell'errore medico in se stesso e della quasi impossibilità di avere giustizia. Il ddl, che porta il timbro del Pd, e in primo luogo la firma del deputato Federico Gelli, mette infatti al riparo i medici dalle cause intentate nei loro confronti, invertendo un principio sul quale si è basata finora la normativa relativa all'onere della prova: in futuro sarà a carico della presunta vittima. Inoltre il danno dovrà essere grave. Per qualsiasi "cattiva pratica" dopo cinque anni non si potrà procedere più, perché scatterà la prescrizione. E sarà tutto regolare se il medico avrà rispettato le linee guida accreditate dalla comunità scientifica internazionale e dalle società scientifiche italiane, come disporrà in seguito un decreto ad hoc. (Ma le linee guida non sono le tavole della legge medica).
Nel frattempo la Lorenzin pensa al terrorismo, ai test antistress ed ai protocolli di sicurezza in caso di attacco, mentre il terrorismo lo subiamo in casa senza essere tutelati in caso di errore medico!
Il giuristaGuido Alpa, invece, incaricato lo scorso marzo dal ministro della Salute di presiedere una commissione tecnica per approfondire il tema della medicina difensiva e proporre alcune soluzioni giuridiche per disciplinare la materia della responsabilità professionale sanitaria, avalla la proposta. Quattro gli ambiti su cui la commissione tecnica ha proposto di intervenire: responsabilità civile, responsabilità penale, assicurazione e rischio clinico. Il risultato lo conosciamo.


Cosa ne pensano i consumatori? Codici invita i cittadini ad esprimersi in merito su #lorenzinSfanclub

Occorre essere registrati per poter commentare